Il quarto Chakra: la fusione tra Dio e l’essere umano

4

Demone: Chiusura

Virtù: Amore

Nome sanscrito: Anahata

Significato: Non colpito

Localizzazione: Cuore

Elemento: Aria

Funzione: Amore, essenza

Ghiandole: Timo

Colore: Verde

Cibi: Frutta e verdura

Verbo: IO AMO, IO SONO

Pietra: Quarzo rosa, smeraldo

Il quarto chakra si riferisce a noi stessi, al nostro centro, al nostro Io. Spontaneamente quando indichiamo noi stessi poniamo la mano proprio al centro del nostro cuore e non alla nostra testa.

Anahata in sanscrito significa “non colpito”: quando il chakra è libero, puro, aperto, è come se non fosse colpito da chiusure, paure, emozioni negative.

L’aria, che è l’elemento di questo chakra, dà proprio un senso di libertà e apertura.

Il Chakra del cuore è il chakra intermedio, si trova al centro tra i chakra bassi, quelli materiali, e i chakra alti, più spirituali. È il punto di connessione. Sta nell’incrocio tra la materialità che si tende verso l’alto e la spiritualità che si incarna, rivolgendovi verso il basso.

Come sempre andiamo a ritrovare anche il collegamento tra il chakra e la preghiera del Padre Nostro. Troviamo il chakra del cuore nella frase “come in cielo così in terra” e la spiegazione è proprio quello che hai letto qui sopra: il chakra del cuore funge da collegamento tra la nostra natura umana e la nostra natura divina. (Puoi trovare un approfondimento nell’articolo ALCHIMIA, CENTRI DI POTERE E PADRE NOSTRO.)

Ma vediamo anche il punto di vista scientifico. La neuroscienziata Candace Pert (1946-2013), ha scoperto le endorfine e i neuropeptidi, neurotrasmettitori che riescono a trasmettere e ricevere le emozioni: da qui è nata la PNEI, la psiconeuroendocrinoimmunologia, scienza che studia la correlazione tra sistema nervoso, immunitario ed endocrino.

Con il chakra del cuore è molto evidente la reale relazione tra emozioni e pensieri e il nostro fisico.


Senza titolo

Il timo, la ghiandola endocrina che si trova in corrispondenza di qusto chakra, è la ghiandola della vitalità e dell’energia, con il massimo sviluppo nell’adolescenza: risponde alle emozioni e agli stati d’animo. Pensa che può addirittura ridursi di metà in 24 ore, durante un evento di grande stress per il corpo.

Proseguiamo con altri fatti scientifici.

Il cuore ha 40000 cellule neuronali!

É come se il cuore quindi avesse dentro di sé un piccolo cervello.

Il cuore dunque ha una sua propria intelligenza.

electromagnetic-field-of-the-heart1

 

Il cuore ha un campo elettromagnetico: il cuore ha radiofrequenze misurabili. La componente magnetica del campo del cuore è all’incirca 5000 volte più potente di quella prodotta dal cervello! Ciò significa che le emozioni che percepiamo nel cuore, le sensazioni, hanno una potenza molto superiore rispetto a quello che percepiamo nel cervello.

Il cuore genera il più ampio campo elettromagnetico del corpo 

I campi elettromagnetici generati dal cuore permeano ogni cellula e possono agire come un segnale sincronizzatore per il corpo in maniera analoga all’informazione portata dalle onde radio. L’evidenza sperimentale dimostra che questa energia non solo è trasmessa internamente al cervello ma è anche recepibile da altri che si trovino nel suo raggio di comunicazione. 

Quando entriamo in connessione col cuore, questa intelligenza del cuore prende il comando. Questo processo si chiama entrare in uno STATO DI COERENZA, il cuore prende spazio sui pensieri (consapevoli e inconsapevoli).

In questo stato i due emisferi, destro e sinistro del cervello lavorano insieme in armonia e possiamo avere accesso ad un’intelligenza superiore, più intuitiva.

Altro punto molto importante: il sistema simpatico e il parasimpatico lavorano uno in contrasto con l’altro: il primo produce adrenalina, ci fa agire e reagire in situazioni di stress, il secondo ci calma, ci rilassa, mette i freni; quello che accade spesso è che il simpatico predomina sul parasimpatico e rimane in costante attivazione.

Lo stato di coerenza viene valutato in base all’armonia tra questi due sistemi.

Possiamo imparare ad attivare e a mantenere volontariamente questa comunicazione energetica tra cuore e cervello per prevenire lo stress e aumentare la nostra chiarezza mentale e la capacità di discernimento: le soluzioni creative diventano così accessibili ed emerge l’intuizione e lo stato di flusso. Quando proviamo sentimenti come l’apprezzamento e la compassione il cuore entra in questo stato di coerenza. Imparando a rallentare la mente ed sintonizzarci con i sentimenti più profondi del cuore, la nostra naturale componente intuitiva puo manifestarsi, aumentando la comprensione di noi stessi, degli altri e della realtà.

Quando si è in coerenza il cuore emana un campo di energia elettromagnetica più armonico di cui beneficiano tutti gli esseri che ci stanno attorno; quando c’è un gruppo coerente vi è un aumento del flusso energetico, che porta ad un aumento di efficacia e ad avere risultati sempre più elevati. Questo stato di coerenza collega non soltanto chi abbiamo intorno ma crea una rete globale andando ad influenzare tutti i sistemi viventi e la coscienza collettiva.

Quando siamo consapevoli delle nostre emozioni influenziamo

positivamente il campo energetico globale.

 

LO STATO DI COERENZA:

  • E’ vitale per la nostra salute fisica entrare in stato di Coerenza (approfondimenti nel libro di Silvia di Luzio, cardiologa, “Il cuore è una porta” )
  • Si attiva usando qualsiasi strumento che ci permette di rallentare le onde cerebrali.
  • Il campo elettromagnetico del cuore è alimentato da emozioni e sentimenti di gratitudine e apprezzamento

    Come sempre chiediamoci:

    CHE COSA POSSIAMO FARE?

    Focalizzati su ciò per cui sei grato

Apprezza

Rallenta

 

COSA PUO AIUTARTI?

Il GRAFICO tempo/emozioni

Schermata 2016-05-24 alle 14.56.12

 

Nel quadrante inferiore mi riferisco alle emozioni legate all’Ego, nel quadrante superiore mi riferisco alle emozioni legate invece all’Anima. Quando penso al futuro con un’emozione negativa cosa provo? PAURA. Al contrario quando penso al futuro con un’emozione positiva ho una vibrazione di AMORE, di fiducia. Se mi riferisco al passato in modo negativo nascono rimpianti, rimorsi, sensi di colpa e quindi un giudizio di qualcosa che ho vissuto, dettato da credenze e paure dell’Ego.

Se penso al passato in modo positivo sono invece in uno stato di gratitudine. Ciò che ieri potevo giudicare in un modo, oggi posso giudicarlo in modo differente. Spesso grandi momenti di sofferenza si sono trasformati in grandi benedizioni. Allora perchè non anticipare i tempi e semplicemente restare in uno stato di gratitudine?

Come sempre ciò che è importante è:

COSA PUOI FARE PER METTERE IN PRATICA?

 

La prima ispirazione è in questa frase:

Ama e fa ciò che vuoi“.

Sant’Agostino

Quando le azioni sono spinte dall’amore incondizionato, allora non è importante COSA fai. Qualunque azione può contriuire a diffondere benessere.

Ecco qui comunque qualche altro suggerimento pratico per energizzare questo chakra:

  • Riconoscere gli stati emotivi negativi, senza giudicarli, semplicemente riconoscerli.
  • Il Perdono permette di aprire il cuore. Louise Hay dice che qualciasi problema fisico è riconducibile ad una qualche forma di assenza di perdono, che sia verso se stessi o qualcun altro. Nell’articolo sul Secondo Chakra che puoi aprire a questo link, troverai un approfondimento sul Perdono.
  • Se invece il nostro cuore è troppo in apertura, possiamo creare uno scudo per proteggerci dalle influenze esterne. (io personamente lo uso raramente, solo in casi dove mi trovo in ambienti che sento molto ostili). Ricordiamo piuttosto che noi che possiamo influenzare con il nostro potere e con il nostro campo energetico quello degli altri, anche chiedendo alle forze superiore di supportarci piuttosto che farci influenzare.
  • L’Abbraccio Sacro: l’abbraccio è fisicamente uno strumento per entrare in connessione con gli altri. Ma non solo. Dare o ricevere abbracci consente al corpo di produrre e rilasciare grandi quantità di ossitocina. L’ossitocina è un neuropeptide, prodotto dalla ghiandola pituitaria, un ormone naturalmente presente nel nostro corpo, con incredibili e potenti proprietà salutari. Il semplice atto di abbracciare è quindi un modo efficace non solo per creare un legame con gli altri, ma anche per rafforzare il nostro stato fisico ed emotivo e la nostra salute in generale.

Scegli ora una persona che hai accanto: il braccio destro sotto la spalla dell’altro, il braccio sinistro sopra la spalla dell’altro. Fermati ed entra in ascolto dell’altro. Respirate insieme. Per tre respiri. E senti il beneficio che ne ha tutto il tuo essere.

Senza titolo1

  • Indossa o porta con te una pietra : il quarzo rosa, oltre allo smeraldo, è la pietra collegata al Chakra del cuore.
  • Coltiva la Gratitudine: puoi semplicemente ringraziare ogni volta in cui durante la giornata ti accorgi di qualcosa di speciale che fa parte della tua vita o puoi usare il Sasso della gratitudine. Cos’è il sasso della gratitudine? Scegli un sasso o una conchiglia e tienilo in tasca con te o nella tua borsa; ogni volta che lo tocchi quando lo metti in tasca, quando lo togli, ogni volta che entrate in contatto pensa ad una cosa per cui sei grato.
  • Al mattino regalati un momento per te, rimani in ascolto delle tue sensazioni, del tuo corpo che si sveglia e sorridi per accogliere il nuovo giorno che inizia.
  • Apprezzamenti: fai un apprezzamento al giorno a una persona cara (in famiglia, al lavoro,…) o anche sconosciuta (alla cassiera, cameriere al ristorante)
  • Alla sera, sul Diario di Bordo, scrivi 1 o più cose per cui sei grato e 1 cosa che hai apprezzato nella giornata.

LA COMPASSIONE TRASFORMANTE

Senza titolo2

La compassione (dal latino cum patior – soffro con – e dal greco συμπἀθεια, sym patheia – “simpatia”, provare emozioni con) è il sentire lo stato dell’altro. La sua evoluzione diventa però uno stato in cui sia possibile poter trasmettere la nostra emozione e la nostra frequenza, non solo sentire lo stato dell’altro ma poter trasmettere e influenzare lo stato dell’altro. La compassione trasformante.

Trovi un approfondimento sulla Compassione Trasformante nel libro Riprendi il tuo potere.

E ora per te, un regalo:

La Meditazione dall’Amore Incondizionato:

Respira e rilassati
Concentrati sul cuore
Respira dal cuore
Pensa alla persona (o una delle persone) a cui vuoi più bene, senti l’amore incondizionato nel cuore
Espandi questa sensazione
Avvolgi le altre persone care
Avvolgi le persone del tuo paese, della tua nazione, di tutto il mondo
Includi e avvolgi in questo amore incondizionato anche le persone che hanno provocato dolore, distruzione, guerre
Senti che il tuo amore incondizionato solido, forte, compassionevole si espande senza limiti di spazio e tempo e avvolga tutte le persone influenzandole positivamente
Avvogli tutti gli altri esseri animali, vegetali e minerali di tutto il pianeta
Riposa in questo stato tutto il tempo che vuoi
Ringrazia

Ed ecco un altro modo per aprire il tuo cuore ed espandere il tuo campo elettromagnetico.

Se hai già acquistato il libro, hai frequentato uno dei percorsi online o dal vivo o in ogni caso stai mettendo in pratica gli strumenti Love Management®, richiedi la tua iscrizione al Gruppo Chiuso Facebook Love Management® Training per restare in contatto con chi come te sta facendo lo stesso percorso di crescita e iniziare a CONDIVIDERE!

Nel prossimo articolo vedremo il Quinto Chakra, Vishudda, il Chakra della Gola, collegato alla COMUNICAZIONE.

Un centro potentissimo, che ci porta alla parola magica ABRACADABRA: che sia fatto ciò che io dico!

Siedi, rallenta le tue onde cerebrali, sintonizzandoti con il respiro sul tuo cuore e lascia che le onde del tuo cuore si espandano creando un campo elettromagnetico attorno a te.

Che tu possa lasciar andare la chiusura, aprendo il tuo cuore e nutrendo OGNI GIORNO la Compassione Trasformante, per poter influenzare gli altri e tutto ciò che ti circonda.

LOVE,

Miranda

PPS:

Ti è stato utile questo articolo? Che cosa ti ha ispirato di più? Che cosa vuoi provare a mettere in pratica? SCRIVILO QUI SOTTO NEI COMMENTI, per ispirare e farti ispirare.

Il cambiamento avviene solo quando iniziamo a mettere in pratica.

Condividi anche l’articolo sui tuoi social perchè tutti possano approfittarne!

PPS:

Se vuoi approfondire, scoprire la connessione tra chakra e Padre Nostro, imparare a ripulire i tuoi centri di Potere, i chakra, e rienergizzarli vedi il percorso “Alchimia e Centri di Potere

 

 

Leave A Comment